Location: Bergamo - Verona - Mantova - Sabbioneta - Cremona - Parma - Busseto - Milano

Bergamo, Verona, Mantova, Cremona, Parma e Milano: in pochi chilometri sono racchiusi i personaggi, gli strumenti e i luoghi che hanno fatto la storia della musica classica italiana. Bergamo città natale di Gaetano Donizetti; Verona con l’Arena, splendida testimonianza romana che ancora oggi accoglie i più grandi eventi musicali italiani; Mantova città dove Verdi ha fatto vivere il mito di Rigoletto alla corte dei Gonzaga; Cremona capitale mondiale della liuteria, l’antica arte di costruzione del violino e degli altri strumenti a corda, un primato di cui la Città va orgogliosa; Parma, la cui provincia ha dato i natali a Giuseppe Verdi e infine Milano che ospita uno dei più grandi teatri a livello mondiale.

1° giorno – BERGAMO 

Conosciuta per la sua principale caratteristica, due città in una, Bergamo si divide in città Alta, il nucleo antico, e città Bassa dove invece è avvenuto il nuovo sviluppo urbano e commerciale.
Gli appassionati di musica concentreranno la visita al Museo Donizettiano. Nato a Bergamo nel 1797, Gaetano Donizetti è uno dei figli più famosi di Bergamo. Il Teatro Donizetti è il principale di Bergamo ed è sempre dedicato al compositore.
Pranzo in ristorante.
Cena e pernottamento in hotel.

2° giorno – VERONA

Prima colazione in hotel e trasferimento a Verona una delle più antiche e più belle città italiane.
Visitare Verona è un tuffo nelle antiche emozioni di una città che conserva valori e forme legati ad un passato d’antichi fasti medievali e rinascimentali. La visita può raggiungere il culmine dell’emozione entrando nel più grande teatro della lirica che è l’Arena di Verona. L’anfiteatro romano può contenere 15.000 spettatori e mette in scena rappresentazioni allestite dai più grandi artisti del mondo: una serata in Arena di Verona resta indimenticabile e da sola giustifica un viaggio a Verona.
Pranzo in ristorante.
Cena e pernottamento.

3° giorno – MANTOVA E SABBIONETA

Prima colazione in hotel.
Intera giornata dedicata alla visita di Mantova e Sabbioneta che da luglio 2008 sono Patrimonio Mondiale dell’Umanità. Incontro con la guida per la visita di Palazzo Ducale di Mantova, “una città nella città”, la gran reggia cittadina in cui dalla fine del Duecento al Settecento vissero, operarono, tramarono i reggenti di Mantova e del mantovano.
Camminando per la città si notano mille particolari tra le piazze e gli edifici del centro storico: piazza Sordello, piazza Broletto, piazza Erbe, i palazzi Bonacolsiani, la Torre della Gabbia, il Palazzo del Podestà , il Palazzo della Ragione, la matildica Rotonda di S. Lorenzo e la famosissima Basilica di S.Andrea, capolavoro di Leon Battista Alberti.
Al termine della visita pranzo in ristorante.
Terminato il pranzo trasferimento a Sabbioneta.
Sabbioneta è uno dei massimi esempi dello stile architettonico rinascimentale lombardo.
Nel raggio di poche decine di metri sarà possibile visitare il primo Teatro costruito in Europa, la terza Galleria d’Italia per lunghezza, l’unico Toson d’Oro esposto al pubblico, una delle pochissime cinte murarie sostanzialmente intatte, il Mausoleo di Vespasiano Gonzaga.
In serata rientro in hotel.
Cena e pernottamento.

4° giorno – CREMONA

Prima colazione e check-out dall’ hotel.
Trasferimento a Cremona, incontro con le guide e vista della città. A Cremona, la città di Stradivari, si trova il Museo del Violino. Verso metà mattina visita della bottega di un liutaio, per scoprire come vengono costruiti, oggi come nei secoli scorsi, violini, viole, violoncelli e contrabbassi con la possibilità di assistere ad un concerto privato.
Pranzo in ristorante.
Nel pomeriggio visita di uno dei più antichi produttori di torrone che deve la sua origine al matrimonio fra Bianca Maria Visconti e Francesco Sforza, celebrato nel lontano 25 ottobre 1441. In questa occasione, i pasticceri cremonesi prepararono un dolce fatto di zucchero e mandorle, dando al curioso impasto la forma del Torrazzo, simbolo della città.
In serata rientro a Mantova, cena e pernottamento.

5° giorno – PARMA E BUSSETO

Prima colazione in hotel.
Trasferimento a Parma, incontro con le guide e visita della città.
Una visita di Parma non può prescindere dal meraviglioso colpo d’occhio di Piazza Duomo, dove la Cattedrale, il Battistero e il Palazzo Vescovile creano un angolo medievale di rara suggestione.
A poche decine di metri dalla cattedrale sorge San Giovanni Evangelista, edificio rinascimentale che ospita la cupola affrescata da Correggio nel 1520-21, e alcuni affreschi di Parmigianino.
Proseguimento della visita con il Parco di Palazzo Ducale, magnifico esempio di giardino “alla francese”.
Pranzo in ristorante.
Nel pomeriggio trasferimento a Busseto per la visita dei “luoghi verdiani”.
Giuseppe Verdi, uno dei maggiori compositori del tempo, nacque alle Roncole di Busseto il 10 ottobre 1813 nella piccola casa colonica, oggi monumento nazionale.
Incontro con la guida e visita della Casa Natale, del Museo Casa Barezzi e del Teatro a lui dedicato.
In serata rientro in hotel.
Cena e pernottamento.

6° giorno – MILANO

Prima colazione in hotel.
Trasferimento a Milano e incontro con la guida.
La visita non può che cominciare dal Duomo che è il simbolo per antonomasia della città, un capolavoro indiscusso dell’architettura gotica.
Il centro storico incorpora il famoso distretto della moda, celebre quanto quello di Parigi e di New York: Via Monte Napoleone, Via della Spiga, Via Manzoni e Via Sant’Andrea, sono il simbolo del prêt-à-porter italiano ed internazionale, dove si trovano i negozi più esclusivi e i più grandi nomi della moda mondiale. La vecchia Milano affascina ancora oggi con il suo Castello Sforzesco, l’ elegante Palazzo Reale e la Galleria Vittorio Emanuele II in vetro e ferro battuto, in uno splendido stile architettonico del periodo della Belle Epoque europea. Leonardo da Vinci, inoltre, ha lasciato la sua più importante impronta artistica proprio a Milano, nell’universalmente famosa Ultima Cena (dichiarato nel 1980 Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO) custodita all’interno della chiesa di Santa Maria delle Grazie.
Infine, visita del Teatro alla Scala, il tempio della musica, costruito per volere dell’imperatrice austriaca Maria Teresa che rappresenta l’amore della città per la musica, l’Opera e il teatro. Costruito nel periodo 1776-1778 è il più famoso teatro d’Italia e tra i più grandi e riconosciuti del mondo.
Pranzo in ristorante.
Fine dei servizi.