Slide background
Rovigo

Rovigo

(Veneto)
Rovigo - 600

Rovigo

Rovigo ha origini altomedievali, ed è inserita nella magica atmosfera del delta del Po. La storia di Rovigo, il suo sviluppo e il suo territorio sono stati plasmati e condizionati dalla terra e dalle acque, ma anche dalla vicinanza di città potenti – soprattutto Ferrara e Venezia – che la dominarono per secoli e vi lasciarono segni profondi, non solo in architettura.

La piazza principale, intitolata a Vittorio Emanuele II, è circondata da edifici che proprio per una certa disarmonia architettonica, testimoniano le diverse influenze che la città ha vissuto.

Tra i vari palazzi che vi si affacciano, sono sicuramente da citare: la Loggia dei Nodari, dove ha sede l’amministrazione comunale, e si trovano palazzo Roverella e palazzo Roncale. A fianco del municipio si trova l’Accademia dei Concordi, sorta nel 1580. Attigua a piazza Vittorio Emanuele II si trova piazza Garibaldi, dove si erge il monumento in bronzo dedicato all’Eroe dei Due Mondi. Affacciato sulla piazza, troviamo il teatro Sociale, inaugurato il 1° marzo 1819 dall’imperatore d’Austria Francesco I. La più antica costruzione è il Castello medioevale attorno al quale si sviluppò la città di Rovigo. Da segnalare anche il Tempio della Beata Vergine del Soccorso detto “La Rotonda”, a pianta ottagonale.

Rovigo è rimasta un centro a “misura d’uomo”, in cui si coltiva e si privilegia la qualità della vita, la schiettezza nel linguaggio e nei rapporti, la semplicità dei sentimenti, l’amore per la terra e il piacere di stare insieme. Vivere a Rovigo significa immergersi in una dimensione “umana”, vivace e al tempo stesso tranquilla, ovattata dalle nebbie del delta, ritmata dal lento procedere dei due fiumi che vi scorrono accanto, caratterizzata dalla piacevole atmosfera delle cittadine di provincia, piccole oasi in cui ancora si può trovare la serenità e la gioia del vivere quotidiano.

Itinerari per Rovigo

L’altra Italia
gourmet

Un viaggio in Italia non può prescindere da uno dei maggiori vanti del Belpaese: la gastronomia. La buona cucina italiana, conosciuta ovunqu...

L’altra Italia
fluviale

Natura, cultura, arte, storia: questo è lo slogan che riassume ciò che si può ammirare attraversando il Mincio e il Po, un’area che, dal basso...